di PIER EZIO GHEZZI

La Regione Lombardia ha varato, per far fronte alla crisi post COVID, il Programma degli Interventi per la Ripresa Economica (PIRE), con durata biennale. Un intervento massiccio di aiuti a tutti i Comuni e le Province lombarde che, parallelamente al PNRR, deve consentire il riavvio delle attività sui territori in coerenza con i sei indirizzi previsti dalla UE e dal Governo con il PNRR  

Il programma ha messo a disposizione dei Comuni, una cifra imponente, storica, mai rilevata prima pari a: 5.2 miliardi di € suddivisa per 10 aree di intervento: 1) cultura e ricerca; 2) transizione energetica e “verde”; 3) infrastrutture per la mobilità; 4) infrastrutture per istruzione; 5) mobilità sostenibile; 6) Olimpiadi Invernali 2026; 7) reti di trasporti; 8) infrastrutture sociali; 9) sport; 10) territorio e risorse idriche.

Le risorse, erano e sono, disponibili per i Comuni che hanno pianificato progetti credibili, ben dettagliati, finalizzati alla rinascita dei singoli comuni e distretti territoriali seppur inseriti nel mainstream nazionale di resilienza e ripresa.

Bastava prepararsi, cioè fare il proprio mestiere di amministratori, e i soldi sarebbero arrivati.

Insomma una occasione unica e irripetibile per Voghera e per il suo sviluppo.

Siamo ora in grado di documentare, Comune per Comune della provincia, quali interventi e quanti soldi sono stati utilizzati dalle singole amministrazioni. Abbiamo costruito una griglia che riguarda l’Oltrepò, utilizzando come parametro di confronto finanziamento per abitante. Abbiamo cioè diviso i soldi arrivati nei Comuni per il numero di abitanti del Comune stesso. Sotto la griglia di confronto.         

Comuneeuro (€)abitantieuri/abitante
Voghera150.000391823,8
Albuzzano100.000364227,5
Bagnaria583.000661882
Casei Gerola85.000264132
Casteggio160.000673924
Godiasco245.000329974
Montù Beccaria800.0001659482
P.te Nizza28.00078436
Rivanazzano180.000530634
S. Margh. Staff.600.0004701277
Val di Nizza200.000606330
Zavattarello400.000950421

Come risalta clamorosamente agli occhi, il nostro Comune ha avuto finanziato il valore più basso in assoluto rispetto a tutti gli altri undici Comuni presi in esame.

Ogni cittadino Vogherese si è preso 3,8€ contro i 1.276€ di S. Margherita Staffora, gli 882€ di Bagnaria, i 442€ di Montù Beccaria, i 74€ di Godiasco e i 34€ di Rivanazzano, e così via… 

È vero che alcuni interventi servono per risanare le strade in collina, ma è altrettanto vero che vi erano altre nove aree di disponibilità e tutte vitali per la nostra città, che la Giunta Garlaschelli non ha utilizzato.   

In città sono stati finanziati 150.000€: 100.000€ per il Ponte Rosso e 50.000€ per la palestra dell’Istituto Pascoli.

Se chiediamo ad una matricola universitaria quali progetti potrebbero far cambiare la città, riceveremmo almeno dieci risposte. La Giunta, invece, non riesce a produrne uno.

Allora la domanda è: ma cosa ci stanno a fare i nostri amministratori in Comune se non sono nemmeno capaci di usufruire dei soldi che la Regione mette loro a disposizione?

È così mentre gli altri paesi/città praticamente navigano nell’oro perché i sindaci hanno fatto il loro mestiere, Voghera si accontenta delle monetine che le altre amministrazioni lasciano cadere per terra. Siamo di fronte alla incapacità di fare il proprio mestiere di politico.

Persa, fino a d ora, le opportunità della 1°tranche del PNRR, catturate da Vigevano, che riceve 9 milioni di € (147€/abit), assegnati a Pavia sempre dalle Regione 12,5 milioni di € (176€/abit). Circa 40 volte meno soldi per abitante alla nostra città!

Ogni volta ci raccontano che la “coperta è corta”, e che dobbiamo tirare la cinghia. Soltanto che i numeri sopra dimostrano che la cinghia la tiranno solo i vogheresi.

Nessuna interlocuzione con gli stakeholder. Nessuna proposta da condividere con il Consiglio Comunale. Nessuna comunicazione alla stampa. Nulla. Alleanza Civica ha più volte sollecitato Sindaco e Giunta. Risposta: vi è tempo per preparare le richieste.  Niente di più sbagliato.

Perché non confrontarsi con Confindustria, con Confagricoltura, con le associazioni di categoria e di volontariato, con la Camera di Commercio, con gli ordini Professionali, e con le Università, la Provincia e la Regione Lombardia?

Risposta: non lo hanno fatto perché sono inadeguati.

Siamo di fronte alla inadeguatezza complessiva della Giunta, che non riesce né a portare a casa i soldi del PNRR né quelli della Regione.

Voghera abbandonata da chi ha promesso di darle un futuro. Questi i dati, questa l’amara realtà prodotte da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia.

Chiediamo ai cittadini di riflettere seriamente sulle loro scelte politiche.