di Umberto Bonetti

Titolo a tutta pagina: La Suprema Corte limita il potere della E.P.A. (Environmental Protection Agency, l’ente che controlla le emissioni di gas nocivi nell’ambiente) sulle emissioni. La sentenza, nell’ultimo giorno prima della sospensione estiva, solidifica lo spostamento a destra. La Suprema Corte ha limitato la capacità dell’EPA di regolare le emissioni di carbone dalle centrali energetiche rendendo molto più difficile a Biden di raggiungere il suo obiettivo di ridurre alla metà le emissioni dannose per la fine del decennio. Ha tolto all’EPA “il potere di rispondere alla più urgente sfida ambientale del nostro tempo”. Biden, rimasto con molti meno strumenti per combattere il cambiamento del clima ha detto: “Un’altra decisione devastante che manda indietro il paese'”. Fotografia della facciata della Corte con giornalisti e attivisti.

Vittoria in un lungo gioco di smantellare le regole dell’industria. Apre le porte a indebolire le agenzie federali. La decisione della Suprema Corte sull’EPA è stata una significativa vittoria per i conservatori che lavorano da anni per smantellare i regolamenti economici di un governo di stile moderno, che può imporre sistemi moderni per assicurare che l’aria e l’acqua siano pulite; che il cibo, le medicine, i veicoli siano sani e sicuri e che gli enti finanziari seguano le regole. Queste regole che vanno a beneficio del pubblico in generale possono incidere sui profitti delle corporations e anche dei singoli individui di grande potenza economica, oggi sostenuti da una Corte massicciamente di destra.

Per Wall Street, già triste, si approfondisce la depressione. L’economia è al bordo della recessione, colpita dalla forte inflazione e alti tassi di interessi, che attaccano la fiducia dei consumatori e portano a tagli nelle compagnie. La decrescita è molto vasta, comprende tutti i settori meno quello dell’energia. E anche le obbligazioni, da sempre considerate più stabili anche se con minor reddito, hanno avuto 6 mesi terribili. I buoni del tesoro, pietra miliare della stabilità, sono scesi di circa il 10%.

Suscitano allarmi le spese pagate da Trump e dal suo gruppo. Hanno pagato o promesso di pagare le spese legali di più di una dozzina di testimoni chiamati dalla Commissione d’Inchiesta sul 6 gennaio, sollevando questioni legali ed etiche se l’ex-presidente stia cercando di influenzare in suo favore i testimoni. La questione è diventata più “calda” dopo la testimonianza di Cassidy Hutchinson che ha licenziato l’avvocato suggerito e pagato da due collaboratori di Trump e ha assunto un avvocato indipendente, sotto la guida del quale ha fornito un quantità di notizie molto utili all’inchiesta.

La Corte Suprema potrebbe riformare le regole elettorali. La Suprema Corte ha annunciato che la settimana prossima sentirà una caso che potrebbe cambiare radicalmente come sono condotte le elezioni federali dando ai parlamenti statali poteri decisionali indipendenti non soggetti al controllo degli organi giudiziari locali né necessariamente in linea con la costituzione statale. Un giudice federale ha detto: “La decisione sarà enormemente significativa per le elezioni presidenziali e dei parlamenti statali. E di conseguenza per la nostra democrazia.”

PAGINE INTERNE

  • Inchiesta nel dipartimento di polizia di New York. Il Ministero della giustizia esaminerà il settore delle vittime speciali, che ha avuto in passato problemi con vittime di abusi sessuali.
  • Incrollabile appoggio per l’Ucraina. Il Presidente Biden ha dichiarato che gli USA e la NATO continueranno a sostenere l’Ucraina anche a costo di difficoltà economiche globali causate dalla guerra.
  • Dove l’arte e la tecnologia si mescolano. Nella valle dell’Hudson un centro di disegno e un museo italiano – Magazzino Italian Art – stanno lanciando i loro messaggi ambientali, all’interno e all’esterno.